VENERDI 20/9
► ore 19.00 (*VO)

DOMENICA 22/9
► ore 16.30 (*VO)

vincitore UN CERTAIN REGARD cannes 2019

LA VITA INVISIBILE DI EURIDICE GUSMAO

PRIMA VISIONE ESCLUSIVA

VENERDI 20/9
► ore 17.00

DOMENICA 22/9
► ore 18.50

VINCITORE UNCERTAIN REGARD CANNES 2017

TESNOTA


★ PRIMA VISIONE ESCLUSIVA - *VO ★

VENERDI 20/9
► ore 15.15 *

DOMENICA 22/9
► ore 21.00 *

THE RIDER


NELL'AMBITO DEI FESTEGGIAMENTI DELLA PARROCCHIA S.GIUSEPPE COTTOLENGO


SABATO 21/09
► ore 21.30

* INGRESSO GRATUITO*

SOLO COSE BELLE

previous arrow
next arrow
Slider

 

COCAINE LA VERA STORIA DI WHITE BOY RICK
 

MARTEDI 30/4

► ore 18.00


MERCOLEDI 01/5

► ore 18.00

 

GIOVEDI 02/5

► ore 16.30

 

VENERDI 03/5

► ore 16.45

 

SABATO 04/5

► ore 16.30

 

DOMENICA 

► ore 21.30

 

 PRIMA VISIONE ESCLUSIVA

 

 

 

 

Regia: Yann Demange
Attori: Matthew McConaughey - Richard Wershe Sr., Bruce Dern - Nonno Roman Wershe, Jennifer Jason Leigh, Eddie Marsan - Art Derrick, Bel Powley - Dawn Wershe, Piper Laurie - Nonna Verna Wershe, Rory Cochrane - Agente Byrd, RJ Cyler - Rudell Boo Curry, Brian Tyree Henry - Detective Jackson, Taylour Paige - Cathy Volsan, Jonathan Majors - Johnny 'Lil Man' Curry, Kyanna Simone - Brenda Moore, Scott Connors - Nick, Richie Merritt - Ricky Wershe Jr., Lawrence Adimora - Tyler, Y.G. - Leo 'Big Man' Curry, Elizabeth Gilpin - Kimmy, Devito Parker Jr. - Marcus, Ayriel Strange - Nika, Donald White - Jimmy Harris, James Shinkle - William Bufalino Jr, Mrva Russell - Consuela, Peter Lawson Jones - Giudice Thomas Jackson, Jorge J. González - Agente Romano, Raekwon Haynes - Edwin 'Nugg' Crutcher, Ronald Williams Jr. - Frankie Lucas, Isaiah Ali - Demetrius Johnson
Sceneggiatura: Logan Miller (II), Noah Miller, Andy Weiss, Steve Kloves, Scott Silver
Fotografia: Tat Radcliffe
Montaggio: Chris Wyatt
Scenografia: Stefania Cella
Arredamento: Jon J. Bush
Costumi: Amy Westcott
Effetti: William Dawson, Joseph J. Oberle

 

 

A metà degli Anni Ottanta un quattordicenne diventa un informatore sotto copertura per la polizia locale e per i federali. In seguito soprannominato "White Boy Rick", il ragazzo si affermò come spacciatore di alto rilievo. I federali posero fine alla sua doppia vita quando, qualche anno dopo, venne trovato con 8 kg di cocaina. Passò il resto della sua vita in prigione.

 

"'Cocaine - La vera storia di White Boy Rick' non parla di Dick Cheney o Gary Hart, ma di un teenager proletario di Detroit (il bravo Richie Merritt).(..) è una «paranza» all'americana. (...) McConaughey è bravo non protagonista di un racconto non nuovo ma il regista francese Yann Demange ci mette la verità di osservazione nella tragedia metropolitana. ('Corriere della Sera')

 

"(...) Andata e ritorno all'inferno. Detroit, anni Ottanta. Dal traffico di armi a quello di droga. Il Michigan è un serraglio nel quale il collaudato Matthew Mc Conaughey si trova a meraviglia nella parte del maledetto, quel Rick senior che impara a fare il padre strada facendo ma resta un delinquente vero, accanto a Bruce Dern che sembra rimasto lo stesso arzillo vecchietto ribelle ed energico di 'Nebraska' e a Jennifer Jason Leigh lontanissima dalla donna malmenata a ripetizione dai ceffi di Tarantino in 'The hateful eight'. Una felice scoperta in un cast tanto autorevole è l'esordio di Richie Merritt nei panni del ragazzino che, da confidente Fbi, finisce dietro le sbarre. Un film dalla sceneggiatura eccellente che non cade mai nella banalità perfino nelle scene più «rischiose». Una sorpresa perché il regista francese, Yann Demange, è al secondo lavoro al cinema dopo molte serie tv oltralpe. Dedicato ai molti montati di casa nostra."
('Il Giornale')

 

"Per il regista e gli sceneggiatori Andy Weiss e Logan e Noah Miller, la vicenda di Rick Wershe Jr è emblematica di un'epoca da ricostruire senza alcun cedimento alla malinconia, con uno stile secco e nervoso che riflette lo stato di tensione e abbandono e denunciando la corruzione di una guerra alla droga condotta soprattutto come guerra alla povertà. 

Incastrato in un gioco più grande dei suoi quindici anni, Rick è un eroe negativo suo malgrado, un outsider che sogna un futuro di benessere e finisce per diventare un capro espiatorio. L'esordiente Richie Merritt offre al personaggio il volto segnato eppure imberbe di un figlio tradito, con la figura del padre frustrato e sognatore (un Matthew McConaughey in costante overacting) che ne soffoca gli istinti libertari e al tempo stesso ne protegge l'impossibile innocenza." ('mymovies')

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere aggiornato sulla nostra programmazione

 

 

PARTNERS 

 

Privacy Policy