PRIMA VISIONE ESCLUSIVA

GIOVEDI 22/11
► ore 20.30

VENERDI 23/11
► ore 20.00

SABATO 24/11
► ore 16.30

DOMENICA 25/11
► ore 15.00

SEZIONE FEMMINILE

PRIMA VISIONE IN ESCLUSIVA

GIOVEDI 22/11
► ore 19.00

VENERDI 23/11
► ore 21.30

SABATO 24/11
► * ore 18.00
*ALLA PRESENZA DEL REGISTA WOLFGANG FISHER

DOMENICA 25/11
► ore 20.00

VO Inglese e Tedesco sottotitolato in Italiano

STYX

PRIMA VISIONE ESCLUSIVA

VENERDI 23/11
► 15.00

SABATO 24/11
► ore 20.00

DOMENICA 18/11
► ore 21.30

VO ISRAELIANO DOPPIATO
IN ITALIANO

NON DIMENTICARMI

PRIMA VISIONE ESCLUSIVA

VENERDI 23/11
► 18.15

SABATO 24/11
► ore 21.30

DOMENICA 25/11
► ore 16.30

PAULINA

PRIMA VISIONE ESCLUSIVA

VENERDI 23/11
► ore 16.30

DOMENICA 25/11
► ore 18.15

MENOCCHIO

previous arrow
next arrow
Slider
PAPA FRANCESCO
 
 
VENERDI 09/11
► ore 18.00

SABATO 10/11
► ore 16.00

DOMENICA 11/11
► ore  17.45

 

 

 

 

 

 

Regia: Wim Wenders
Attori: Papa Francesco - Se stesso
Sceneggiatura: Wim Wenders, David Rosier
Fotografia: Lisa Rinzler
Musiche: Laurent Petitgand
Montaggio: Maxine Goedicke
Suono: Régis Muller, Ansgar Frerich

 

"Papa Francesco - Un uomo di parola" vuole essere un viaggio personale in compagnia di Papa Francesco, più che un documentario biografico relativo alla sua figura. Il film si basa visivamente e narrativamente sull'interazione del pubblico face-to-face con il Papa, instaurando un dialogo tra lui e, letteralmente, con il mondo. Disponibile nel rispondere alle domande di persone provenienti da qualunque background, Papa Francesco risponde a contadini, lavoratori, rifugiati, bambini ed anziani, detenuti, a coloro che vivono nelle favelas e nei campi per i rifugiati affacciati sul Mediterraneo. Tutte queste voci e facce, come una vera e propria "Sinfonia di domande", sono uno spaccato di umanità che partecipa ad una conversazione con Papa Francesco. Il film, allo stesso tempo, mostra il Papa nel corso dei suoi numerosi viaggi per il mondo, con immagini che lo riprendono mentre parla alle Nazioni Unite, affrontando il Congresso degli Stati Uniti, mentre si unisce al lutto per tutte le vittime a Ground Zero e presso lo Yad Vashem, il monumento in memoria dell'Olocausto. Lo vediamo viaggiare in Terra Santa (Palestina ed Israele) così come in Africa, Sud America ed Asia. Per tutto il film, Papa Francesco condivide la sua visione della Chiesa e la sua profonda preoccupazione per la situazione dei poveri, il suo coinvolgimento nelle tematiche ambientali e di giustizia sociale, alcune questioni di livello globale e la sua invocazione di pace nelle aree di conflitti e tra diversi mondi religiosi. Nel film viene richiamata anche la figura di San Francesco, alla quale si ricollega la scelta del nome del Papa, attraverso resoconti dei momenti leggendari nella vita privata del Santo, riformatore ed ecologista. In un'epoca di profonda sfiducia nella politica e nel potere, nel momento in cui bugie, corruzione sono all'ordine del giorno, "Papa Francesco - Un uomo di parola" mostra un uomo che vive esattamente nel modo che predica e che si è guadagnato la fiducia del popolo di tutte le fedi, tradizioni e culture del mondo.

 

 

 

Il lavoro di Wenders vuole essere un percorso personale con Papa Francesco e non un documentario biografico. Le idee del pontefice e il suo messaggio sono centrali grazie al materiale di archivio ma soprattutto a quattro lunghe interviste condotte nell'arco di due anni. Avvicinato dal Vaticano già nel 2013, Wim Wenders dichiara di avere avuto una completa libertà nell'elaborazione del progetto, ivi compresa quella del montaggio finale e dell'accesso all'archivio foto e video del Vaticano. Tutto ciò gli ha consentito di operare così come solo i veri Maestri sanno fare: tenendosi un passo indietro.

Molti, vedendo questo documentario, potranno porsi una domanda legittima: dov'è la mano di Wenders in tutto ciò?

La risposta sta nell'avere consentito alla figura di Francesco e soprattutto al suo pensiero di emergere con una semplicità che si rivela come saggezza nel leggere la contemporaneità alla luce dell'autenticità del Vangelo.

Non a caso Wenders apre con le immagini di Assisi e ritorna in più occasioni sulla vita di quel rivoluzionario (parola che non bisogna temere, dice Bergoglio) di cui questo 266esimo pontefice ha assunto per la prima volta il nome. Francesco (questo Wenders non lo dice) invitava i suoi confratelli a leggere il vangelo 'sine glossa', cioè letteralmente. Questo significa per Francesco leggerlo alla luce di quella 'povertà' di cui il santo di Assisi fu propugnatore (a differenza di come vorrebbero i cosiddetti integralisti che si appropriano della parola di Dio pretendendo invece di aderirvi).

Papa Francesco, nei colloqui e nel materiale di repertorio, affronta un'ampia gamma di temi senza mai sottrarsi e facendo della chiarezza delle posizioni assunte nelle varie materie, un punto di forza. Che però non si traduce mai in chiusura o in rifiuto del dialogo. Wenders lo sottolinea mostrando la molteplicità dei consessi internazionali e delle visite pastorali che alterna ai colloqui in cui il pontefice, guardando negli occhi l'interlocutore ma anche lo spettatore, ci conferma ogni volta che la fede (come affermava un altro importante sacerdote, David Maria Turoldo) non la si propaganda ma la si vive e se la si vive si propaganda da sé. Si leggono nel suo sguardo e nel suo sorriso la fede profonda nel Figlio dell'Uomo Gesù Cristo che vede però presente non solo nei riti ma soprattutto nell'umanità e in particolare in quella più vessata e privata della propria dignità.

Nella lingua spagnola (idioma materno per Jorge Bergoglio) esiste la definizione di 'hombre vertical' per indicare un uomo tutto d'un pezzo. Papa Francesco, come ce lo propone Wenders, sa essere così senza mai dimenticare però quella misericordia che è stata al centro del Giubileo straordinario da lui indetto e tenutosi tra il dicembre 2015 e il novembre 2016. Perché l'assenza di misericordia significa soffocamento della speranza in un mondo più giusto e quindi più vicino alla Giustizia. Che per Francesco origina da un Dio che non fa distinzioni nell'indicare nell'attenzione agli ultimi la via maestra. Una strada, questa, che può e deve essere percorsa sia che si sia credenti che atei con, in più, per cattolici, sacerdoti o laici che siano, la consapevolezza che non si possono servire due padroni: Dio e il denaro. Come questo papa, francescano di nome e di fatto, non smette di ricordare. ("mymovies")

 

 

 

 

 

ArrowArrow
Play

PRIMA VISIONE ESCLUSIVA


STYX


GIOVEDI 22/11 ► ore 19.00
VENERDI 23/11 ► ore 21.30
SABATO 24/11 ► ore 18.00
PROIEZIONE SPECIALE ALLA PRESENZA DEL REGISTA WOLFGANG FISHER
DOMENICA 25/11 ► ore 20.00

VO Inglese e Tedesco sottotitolato in Italiano

PRIMA VISIONE ESCLUSIVA


STYX


GIOVEDI 22/11 ► ore 19.00
VENERDI 23/11 ► ore 21.30
SABATO 24/11 ► ore 18.00
PROIEZIONE SPECIALE ALLA PRESENZA DEL REGISTA WOLFGANG FISHER
DOMENICA 25/11 ► ore 20.00

VO Inglese e Tedesco sottotitolato in Italiano

PRIMA VISIONE ESCLUSIVA


STYX


GIOVEDI 22/11 ► ore 19.00
VENERDI 23/11 ► ore 21.30
SABATO 24/11 ► ore 18.00
PROIEZIONE SPECIALE ALLA PRESENZA DEL REGISTA WOLFGANG FISHER
DOMENICA 25/11 ► ore 20.00

VO Inglese e Tedesco sottotitolato in Italiano

Immagine non disponibile
Play

PRIMA VISIONE ESCLUSIVA


NON DIMENTICARMI


VENERDI 23/11 ► ore 15.00
SABATO 24/11 ► ore 20.00
DOMENICA 25/11 ► ore 21.30

PRIMA VISIONE ESCLUSIVA


NON DIMENTICARMI


VENERDI 23/11 ► ore 15.00
SABATO 24/11 ► ore 20.00
DOMENICA 25/11 ► ore 21.30

PRIMA VISIONE ESCLUSIVA


NON DIMENTICARMI


VENERDI 23/11 ► ore 15.00
SABATO 24/11 ► ore 20.00
DOMENICA 25/11 ► ore 21.30

Immagine non disponibile
Play

PRIMA VISIONE ESCLUSIVA


PAULINA


VENERDI 23/11 ► ore 18.15
SABATO 24/11 ► ore 21.30
DOMENICA 25/11 ► ore 16.30

PRIMA VISIONE ESCLUSIVA


PAULINA


VENERDI 23/11 ► ore 18.15
SABATO 24/11 ► ore 21.30
DOMENICA 25/11 ► ore 16.30

PRIMA VISIONE ESCLUSIVA


PAULINA


VENERDI 23/11 ► ore 18.15
SABATO 24/11 ► ore 21.30
DOMENICA 25/11 ► ore 16.30

Immagine non disponibile
Play

PRIMA VISIONE ESCLUSIVA


MENOCCHIO
VENERDI 23/11 ► ore 16.30
DOMENICA 25/11 ► ore 18.155

PRIMA VISIONE ESCLUSIVA


MENOCCHIO
VENERDI 23/11 ► ore 16.30
DOMENICA 25/11 ► ore 18.155

PRIMA VISIONE ESCLUSIVA


MENOCCHIO
VENERDI 23/11 ► ore 16.30
DOMENICA 25/11 ► ore 18.155

Immagine non disponibile
previous arrow
next arrow
Slider
Immagine non disponibile

IL TEATRO DI
IMPROVVISAZIONE

AL CINEMA TEATRO ORIONE

previous arrow
next arrow

 

 

PARTNERS